lunedì 26 dicembre 2011

Poesie di Crescenza Caradonna





" Controluce "

Luce di donna
enigma di ombre
è passione suadente
di intima bellezza nascosta
volto immaginario
su di un corpo voluttuoso,
rosso il sangue scorre
rosso come i colori dell’amore
la tela ha preso fuoco.
Cresy Crescenza
Copyright©2011Inedita
Tutti i diritti riservati 
   http://cresycaradonna.wordpress.com/2011/01/22/controluce/
-------------------------------------------------------------------------------------------------


" Tunnel di luce "
-percezioni di un ritorno alla vita-


Vedo oltre
all’interno di uno spiraglio di luce
percezioni invisibili di un tunnel
illusione di una beatitudine eterna



anima rinascita
in un argenteo cono luminoso
nulla finisce tutto continua
l’esistenza va oltre
sulla soglia del limite
presa per mano
ritorno alla vita.

 Cresy Crescenza Caradonna
Copyright©2011 Inedita 
Tutti i diritti riservati
_________________________________________________________
Dio mio! Un intero attimo di beatitudine!
Ed è forse poco seppur nell'intera vita di un uomo?" Fëdor Dostoevskij ________________________

:::: ______

Una rappresentazione d'anima puramente donna.

" Tra le mani "


 Se desidero l’acqua mi disseto,
se desidero il tuo amore
un sole amaro penetra in me,
scivoli via dalle mie mani
non posso più aspettare,
lascio che nessuno ti veda
ti stringo forte nel mio palmo
dimentico paure e sofferenze,
placata ora è la mia sete nel ricordo di te.
Cresy Crescenza Caradonna
Copyright©2011 Inedita 
Tutti i diritti riservati

Mare e terra

Mare e Terra

Ogni attimo sulla terra cerco te
stranieri dimentichiamo il domani
stranieri ma vicini come mare e terra
non mi ritroverai nell’infelicità
tremi ma sento nei tuoi brividi l’anima mia
ogni attimo sulla terra cerco te
nella luce si confonde il tuo amore
pensarci è chiedere  di te
o
gni attimo per sempre
tra mare e terra.
Copyright©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati
Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II,e sue modificazioni.
Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale,nonché qualsiasi utilizzazione
in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.
"Testo di canzone"


Mare e terra



giovedì 22 dicembre 2011

E' Natale

 Madonna col Bambino di Federico Barocci  
eseguita verso il 1570
 


E’ Natale !

E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.

E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.
..
E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.

E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
..
E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.
..
E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.
Madre Teresa di Calcutta

B U O N   N A T A L E

 

 

martedì 20 dicembre 2011

Georges De La Tour

 


...
 Georges De La Tour
" L'adorazione dei pastori " 

...
  Georges De La Tour
."San Giuseppe Falegname"
..
Milano
Esposizione Straordinaria
dal museo del Louvre
a Palazzo Marino 

Foto di
Cresy Crescenza Caradonna
 20 dicembre 2011 @ 

...

" Il pittore della luce " 


L'Adorazione dei Pastori

è un capolavoro poetico 
che si ricongiunge alla Natività.
Osservando il dipinto 
si evidenzia la luce
come indiscussa protagonista,
la Vergine Maria vestita di rosso
è l'intima figura di una donna 
in profonda meditazione 
del suo pargolo,
San Giuseppe illumina 
la scena attraverso 
il bagliore di una candela,
centrale è la figura 
naturale del Bambinello, 
fasciato come era d'uso all'epoca,
cattura gli sguardi indagatori 
dei visitatori.
...

 San Giuseppe Falegname

è una grandiosa tela fatta 
di chiari-oscuri
nella quale si confrontano 
due figure centrali
un fanciullo ed un vecchio 
rispettivamente:
San Giuseppe ed un attento 
incuriosito Gesù Bambino;
si respira, osservando il capolavoro,
aria di poesia metafisica 
sempre esaltata dalla luce
che traspare viva e animata. 

...
Visitare questa Mostra 
è stato come immergermi
nella luce intensa del Natale,
contemplare dei capolavori unici
intrisi di spiritualità francescana.

Cresy Crescenza Caradonna
20 dicembre 2011 @  

Storia di una passione

Storia di una passione



Mostra “Artemisia Gentileschi”
Palazzo Reale
Milano


foto di Cresy Crescenza
20 dicembre 2011 @
Diritti Riservati


La storia

Artemisia ha dovuto aspettare
oltre tre secoli per vedere
riconosciuto dai posteri il suo status di Artista.
La mostra ripercorre le quattro fasi
che contraddistinguono la sua vita:
gli inizi a Roma, gli anni a Firenze,il ritorno a Roma
ed il successivo quasi quarto di secolo a Napoli,
fino alla morte nel 1653 (incerta).


“Artemisia Gentileschi l’audace protagonista del seicento europeo”


” L’unica donna in Italia che abbia
mai saputo che cosa,
sia pittura, e colore, e impasto,
e simili essenzialità…”

ROBERTO LONGHI
Mostra “Artemisia Gentileschi”
foto di Cresy Crescenza
20 dicembre 2011 @

Diritti Riservati

SAM_0802


” Artemisia …la pittrice.”

Violato il corpo
grida vendetta

sangue e carne
negli occhi innocenti

sudore e passione
audace femmina carnale
vestita solo di colori
scruti quell’amore cercato

intingi rossi e scarlatti 
nelle tele infuocate
sensuale ne esci vestita di te

essenza di donna 
abusata dall’oltraggio subito

ora solo virtù d’amore
di venerata pittrice.

Cresy Crescenza Caradonna
20 dicembre 2011 @
Copyright©Tutti i diritti riservati
ALL RIGHTS RESERVED

lunedì 12 dicembre 2011

C'era una volta



C'era una volta

C'era una volta
eterno ed universale è il sogno
verosimile realtà  d' un viaggio onirico
rifletto melodiose parole pentagrammate

do re mi fa sol la si do

note di parole vibrano sui bianchi fogli
radici di un senso amoroso melodioso
incarnano l'amore

odo soffusamente la musica
mi perdo nei colori sensoriali di sinuosi arpeggi
percezioni sensuali d'una fiaba senza tempo.
Crescenza Caradonna
 
 
Copyrigth – © RIPRODUZIONE VIETATA –
L’opera e la poesia raffigurate sono di titolarità esclusiva
degli autori la riproduzione può avvenire solo dietro loro
espressa autorizzazione.
 

Leonard Zeling

 
 
 " Leonard Zeling la capacità camaleontica
 di trasformarsi "
.. non solo un programma comico!
 Cresy Crescenza
 
Titolo: Zelig (Id.)
Regia: Woody Allen
Sceneggiatura: Woody Allen
Fotografia: Gordon Willis
Interpreti:
Woody Allen, Mia Farrow,
John Buckwalter, Patrick Hogan,
Marvin Chatinover, Stanley Swerdlow,
Paul Nevens, Howard Erskine,
Ralph Bell, Richard Whiting,
Will Hussong, Robert Iglesia,
Eli Resnick, Edward McPhillips,
Gale Hansen.
Nazionalità: USA, 1983
Durata: 1h. 19′
….
” Uomo camaleonte “
Conformismo
idee di massa simili
..
ti riconosco
ti accetto
..
sottile è il tuo confine
passivamente le regole subisci
 
perdi la tua identità
rivendichi la forza del tuo bisogno di affettività
rischi disperatamente
..
uomo camaleonte
tu sei metafora di paure ed ansie
rassegnato ad un’esistenza anonima.
Cresy Crescenza
12 dicembre 2011 @
…..
Leonard Zeling nasce agli inizi del Novecento a New York, in una poverissima famiglia ebrea. Vive un’infanzia priva di affetti, tanta la difficoltà di farsi amare e di farsi accettare sviluppando nel tempo, una strana sindrome : assume le sembianze fisiche e psicologiche di chi gli sta vicino. Dopo moltissime ed incredibili trasformazioni, l’amore devoto di Eudora  Fletcher, psichiatra, salverà Zeling dalla rovina dominando così, le sue capacità camaleontiche di trasformazione.

” Guida la vita “
Sei condizionato
guidi la tua vita altrove

esci da te
prima d’esser te stesso

scorgi un barlume di luce
disperatamente percorri la via
cercando il tuo te.
Cresy Crescenza
12 dicembre 2011 @

domenica 11 dicembre 2011

Cuore terra vita





Cuore terra vita


senza parlare
libero in un crescendo
l’amore puro

quando generoso
non chiede ma dona
entra in te


cuore per amare
terra per lavorare
vita per fecondare.

11 dicembre 2011 @
 
Crescenza Caradonna

 
 

martedì 6 dicembre 2011

Ligabue

Cresy Crescenza ha condiviso la foto di Cresy Nativus@Poesia e Pittura naif.


Antonio Ligabue
Autoritratto (1954-55)




Ligabue

Imperscrutabile ed impenetrabile
severa concezione d'un sentir libero
tra il dire ed il fare

cangiante nei colori
natura disarmante di un uomo
enigmatico animale dalle molteplici sembianze

folle vapore d'artista
indefinibile genio
sotterrato dall'indifferenza umana.

Cresy Crescenza

sabato 26 novembre 2011

Pensieri e riflessioni

1964
I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni  
Illustrati da Giorgio De Chirico 
Manzoni De Chirico: Alessandro Manzoni & Giorgio De Chirico
Dai guardi dubbiosi, dai pavidi volti,
qual raggio di sole da nuvole folti,
traluce de’ padri la fiera virtù:
ne’ guardi, ne’ volti confuso ed incerto
si mesce e discorda lo spregio sofferto
col misero orgoglio d’un tempo che fu.

Alessandro Manzoni
Dal Coro dell’Atto Terzo
(Dagli atrii muscosi, dai Fori cadenti)
….
  Inverno
...

     Insonne tenebre del desio
mesta immobile d'un candido eterno
piano va dietro il giorno
chino il capo al suo chiomato raggio
colta nell'areo mattino d'inverno.

 Volgo lo sguardo
altrove pensieri oblii del fato
languono su terre sterili 

amor
amor
  sopito nel sole volge esanime
nel porporato tramonto. 

Cresy Crescenza Caradonna
VentiseiNovembreDuemilaundici
 26 novembre 2011 @  
 
 

Pensieri e riflessioni



BENVENUTI NEL BLOG! 

domenica 20 novembre 2011

Metamoforsi/Die Verwandlung

  
Johann Heinrich Fussli  
"L'incubo " 
 
 

Sogno e realtà
relazione nascosta?
E’ verità!


Capire esplorare confessare
emergono dai sogni
enigmatiche forme
inquietanti fermenti dell’anima



cuscino stretto al ventre
come solo via di fuga


verità inconfessabili
d’una rappresentazione realistica
profondamente vissute 


prevedibile la metamorfosi
sta accadendo.

Cresy Crescenza Caradonna


” Che m’è successo? ” pensò. Non era un sogno. La sua camera, una vera camera per esseri umani, anche se un po’ piccola, stava ben ferma tra le sue quattro note pareti…
” Quando Gregor Samsa si risvegliò una mattina da sogni tormentosi si ritrovò nel suo letto trasformato in un insetto gigantesco “

Da: "La metamorfosi" di Franz Kafka
 
 
 
“La pittura è una poesia che si vede e non si sente,
la poesia è una pittura che si sente e non si vede”
(Leonardo da Vinci)

venerdì 18 novembre 2011

Tappeto rosa

Ridere dell’amore
incorniciato d’oro mi par il giorno


ridere avida d’ebbrezza innocente
m’intenerisce il cor


su brandelli dimenticati in perle di lacrime
adagio mesta la vita 


tappeto rosa di febbrile aurea
carezzevole nutrimento dell’anima.



CresyCrescenzaCaradonna
16 novembre 2011 @
" Il vento veniva "

Il vento veniva rosso
giù per il colle acceso
e si è fatto verde verde
lungo il fiume.
Poi diventerà viola,
giallo e sarà sopra
i campi arati
un arcobaleno teso.

Federico Garcia Lorca 


Cresy Nativus@Poesia e Pittura naif

 

 

http://cresycaradonna.wordpress.com/2011/11/16/rido/

Arcobaleno

 
Occhi turchini specchiati nel cielo
inverosimilmente buoni
fatti apposta per l’infinito creato

l’arcobaleno domina con i suoi colori
incipriano il pallido viso


si perde in sentieri
là dove fiorisce l’amore


rivestita è l’anima mia
d’un bianco arcobaleno


niente è irrilevante sotto il sole dopo la pioggia
suonano le radici nel terreno soffice di vita.


Cresy Crescenza Caradonna
16 novembre 2011 @ 



http://cresycaradonna.wordpress.com/2011/11/16/arcobaleno/







venerdì 11 novembre 2011

Tasto di passione





Tasto di passione

Passa fatale
ombra nell’albore
è passione
rapita sulle note
 
chi ama non muore
la carne s’infiamma
lieve anima d’amante
movimenti fuggevoli
 
inconsci d’amore
cenere mia Angeli melodiosi
d’uno spirito naufrago di me.
11 novembre 2011 @Crescenza Caradonna

 

giovedì 10 novembre 2011

Haiku

Poveri in riva al mare
Periodo Blu 1903

Pablo Picasso
Tra le nuvole
aria malinconica
Alta marea
Cresy Crescenza

Aurore

 
"Donna con cornacchia".1904.
Periodo Rosa di Pablo Picasso

Aurore

Stelle in tutto il cielo
polvere d’oro
ombre d’amore
voglia di tornare all’infanzia

nebbia nel giorno
è spettro malinconico
voglia di tornare nelle aurore perlacee

lontano è l’orizzonte
respiro l’anima
in un infuso di lacrime
strappato alle ceneri d’un paradiso rosa.

Cresy Crescenza Caradonna
10 novembre 2011 @ 





mercoledì 26 ottobre 2011

Angelo Riccio

“L’Angelo di Dozza” di Giuliana Bonazza,
avvolge il portone di una casa di via XX Settembre (Dozza BO)
( Da Repubblica )
http://viaggi.repubblica.it/articolo/borghi-dipinti-murales-d-autore/222209
Vento e niente più
profumo di vita sulla pelle
niente più


incerto l’attimo d’un terrore di morte
scivolato lì sull’asfalto



brucia il cuore davanti al dolore
avvolge di nero la vita


piccolo uomo
angelo riccio

una piuma bionda è volata,


è solo vento e niente più.

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright © 2011 Inedita
Tutti i Diritti riservati





Dedicata a Marco

lunedì 24 ottobre 2011

Intervista


INTERVISTA A CRESCENZA CARADONNA




 
Domande e risposte ...intervista a cuore aperto a Cresy Crescenza
D. Come ha iniziato a scrivere?
R. Scrivere è sempre stato il mio obbiettivo sin da piccola, sfogliare un libro per approfondire i contenuti con quella curiosità che ancora oggi mi contraddistingue per la voglia di imparare sempre cose nuove. 

D. Qual è il suo genere preferito?

R. Non ho generi preferiti mi piace tutto perché scrivere per me significa colorare la vita per suscitare emozioni e reazioni.



D. Ha pubblicato dei libri?
R. Non ho ancora pubblicato un libro personale di poesia, tuttavia molte delle mie poesie sono state pubblicate in diversi libri in commercio insieme ad altri autori.
D. Cosa pensa dei concorsi di poesia?
R. Di concorsi ne ho fatti tanti conseguendo anche ottimi risultati : è un modo per farsi conoscere e per relazionarsi con altri poeti.

D.Come la definirebbe la sua poesia?
R. Semplice e veloce, moderna e sensuale, classica ma moderna al punto tale da essere definita, da alcuni inesistente, dunque una poesia vera facile da capire ma che va dritta al cuore della gente
.
D. Quali sono i suoi progetti? 
R.Questa domanda non può trovar che risposta  nelle persone che mi leggono, in quanto sono solo loro che ti danno il consenso o il diniego per proseguire ad andare avanti, si andare avanti su questa strada intrapresa per caso ma iniziata già tra le braccia di mia madre, grande donna e poetessa, alla quale devo tutto il mio essere sensibile e innamorata della poesia.


D. Dove possiamo leggere le sue poesie?

R.Sto lavorando ad un progetto per la pubblicazione di un mio libro nel frattempo potete seguirmi su vari blog  e su fb

D. Posso farle un'ultima domanda?
R. Con immenso piacere, mi dica!

D. Dove trova tutta l'energia e l'ispirazione che le serve per andare avanti? 
R. Lei è un giovane studente ma questo non toglie che può capirmi, guardi la risposta è una sola: passione...passione solo unicamente passione....niente si può fare senza di essa!
Intervista rilasciata per caso ad uno studente-poeta  incontrato  in libreria!
Grazie!


E' Passato un anno  ed ecco:

IL LIBRO E' USCITO
l'11 Luglio 2012
" Nudo angolo di Cielo "




Acquistabile on-line su:


http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/poesia/nudo-angolo-
crescenza.html#.T_2iPl4ieJE.facebook





L'opera è un assorto ed intimo colloquio della poetessa 


con la profondità della sua anima

in un continuo susseguirsi di emozioni trafitte 

dalla continua ricerca di 

un angolo di cielo chiamato amore.